La teoria della smart usata

Ormai da una ventina d’anni nel nostro mondo è entrata la Smart.Si rinnova la linea ma come sempre è vendutissima e riscuote molto successo.Tant’è che i modelli vecchi e le Smart usate tengono benissimo il mercato,molto meglio di ogni altra autovettura.La Smart è un’auto compattissima con solo 2 posti,comodissima in città ed unica nel suo genere.Proprio per questa unicità è stata utilizzata indiscriminatamente da ceto medio,ricchi,ricchissimi e super mega milionari.Ma veniamo al punto della nostra questione.Per una famiglia media composta da un operaio ed un infermiera con dei bambini è praticamente incomprensilbile l’acquisto,basti pensare al fatto che se anche saltuariamente si necessita di più posti non sono disponibili.Come terza macchina è il top.Come prima macchina per un single dobbiamo discuterne:

  • scorribande con gli amici NO
  • sesso sfrenato in macchina con la tipa appena conosciuta in disco NO
  • accompagnare mamma e nonna a fare la spesa No
  • traslocare in un altro appartamento utilizzando l’auto come mezzo NO
  • viaggiare in lungo e in largo per l’Italia NO
  • comprare un tavolo all’Ikea NO

Domandone:cosa spinge un uomo adulto single a comprarsi la Smart come prima macchina?Se l’auto è nuova il ragazzo ha un problema (non ci piove),ma se l’auto è usata è presto svelato l’arcano;qual’è l’unica auto che se pagata 4 mila euro non fa sembrare povero?Una Fiat Panda,una Lancia Ypsilon o una Renault Clio dal valore commerciale di 4 mila euro sono macchine da povero per non definirle “da barbone”.Perchè se sei single,adulto e ami la vita mondana e ti presenti all’aperitivo con una Fiat Panda del 2010 con 110 mila km chi ti vuole bene ti apostrofa come barbone,chi ti vuole male non oso immaginarlo.Ma qualcuno ha la soluzione e la soluzione si chiama Smart!Ti presenti all’aperititvo con la tua Smartina del 2010 appena ritirata e passi da figo parcheggiandola davanti al bar quando gli altri con Range Rover e Q7 parcheggiano a 200 metri e alla domanda: preso la macchina ? Puoi comodamente rispondere: si,alla fine ho preso questo affaretto,la parcheggio dove voglio,è comoda e non devo neppure cambiare le marce..Ed ecco che con 4 mila euro puoi fare il figo nonostante l’auto che hai comprato sia una very very POVERATA!

Mi metto a dieta,addio felicità

Quante volte abbiamo pensato di metterci a dieta?Quante volte abbiamo pensato di metterci a dieta di lunedì?A me da qualche anno succede praticamente ogni quattro mesi,a gennaio dopo le feste,a pasqua per la prova costume e a settembre per ricominciare a disintossicarsi dopo le vacanze estive e in attesa del Natale.Ma i miei sono solo pensieri e buoni propositi,in realtà nella mia vita ho iniziato solo 2 volte.Ma ci sono persone che sono perennemente a dieta.Perchè?Perchè hai i rotolini,non fai un metro a piedi e vedi la palestra solo in televisione e dici di essere a dieta perchè vuoi dimagrire?Potresti far parte di quella esigua percentuale di persone che non possono perdere peso per problemi metabolici o patologie,ma se sono 10 anni che ti conosco e per 10 anni ad ogni cena,ad ogni compleanno ed a ogni festa comandata sei a dieta e non perdi un etto nemmeno dopo aver fatto la caccotta lo capisci che potresti essere:

  • logorroico,ripeti sempre la stessa cosa costantemente e senza una valida motivazione
  • falso,con gli altri ma soprattutto con te stesso.Se non mangi dimagrisci,provare per credere
  • convinto di non mangiare e negare l’evidenza della crepes alla nutella come spuntino di mezzanotte
  • mangiare petto di pollo e verdure lesse ma smostrarsi a merda di alcool per il fine settimana
  • truffato,hai comprato su medashopping la cintura ad elettrostimolazioni che prometti di farti venire la tartaruga mentre mangi lo stinco di maiale al forno
  • fare attività fisica solo nel weekend (letto divano tavolino divano letto)
  • assimilare anche un bicchiere d’acqua

sono fermamente convinto che il 99% di noi assimili molti bicchieri d’acqua ogni giorno.Vi consiglio caldamente se non avete mai perso nemmeno un etto di iniziare a non bere più acqua che vi faccia assimilare molti grassi ma birra a fiumi che scientificamente non fa di sicuro dimagrire ma rende molto felici.Nessuno al mondo ingrassa se mangia senza grassi e poco.Provate a mangiare di meno,senza grassi e senza zuccheri eliminando l’alcool e bevande gassate,attività fisica tre volte a settimana e scoprirete come magicamente si possa perdere peso.Tutto questo inizialmente ha un prezzo:la Dieta rende tristi!

L’abito non fa il monaco,o lo fa?

Ho sentito parlare tante volte del proverbio “l’abito non fa il monaco” ma mai mi ero addentrato in un’analisi approfondita di questo proverbio.L’intento del proverbio è chiaro, vuole darci insegnamento di non fidarci delle apparenze.Ma se partiamo dal presupposto che se passando per strada incontro una persona vestita da monaco (a meno che non sia periodo carnevalesco) ho tutto il sacrosanto diritto di pensare che quello sia realmente un monaco e dunque l’abito fa il monaco.Chi si è mai permesso di incontrare un monaco e di andare a chiedergli :”scusa ma tu sei un monaco vero?Sai esiste un proverbio su voi monaci e sto cercando di  capire se è vero”.Quale fondamento scientifico muove questo proverbio?Su quali basi logiche lo hanno pensato?Qualcuno ha mai sentito parlare di uno vestito da monaco che poi si è rivelato non essere tale?Un monaco da che mondo è mondo si veste da monaco e difficilmente riesco a pensare il contrario.Se invece un’altra persona si veste da monaco è perchè vuole farsi passare per un monaco,ma allora vuole ingannarci,e qui la questione si complica.A questo punto è truffa e nel mondo della truffa tutto diventa lecito,anche vestirsi da monaco pur non essendolo.Anche se vedessi qualcuno vestito da poliziotto penserei che sia un poliziotto,se non lo è vuole ingannarci,e allora a quel punto vale tutto e in culo tutti i proverbi compreso “rosso di sera bel tempo si spera”,anche perchè se speri nel bel tempo l’indomani,puoi sperarlo anche con un tornado in corso,altrimenti che speranza sarebbe…Rimango dunque della mia idea,l’abito fa il monaco sempre,tranne che per il periodo di carnevale e per gli impostori o almeno fino a che qualcuno non mi porti uno studio che smentisca la mia tesi.

Mi alzo in piedi e mi presento

Salve a tutti,My name is SOSSIO,so che il “salve” è un saluto paraculo ma proprio perchè paraculo raggiunge trasversalmente teen,giovani,adulti e vecchi ed essendo paraculo mi rappresenta al meglio.Vi preannuncio che se state cercando un blog di nicchia,settoriale,specifico questa è la peggior pagina che potevate visiterà.Qui tratterò solo ed esclusivamente argomenti della materia in assoluto più difficile al mondo:la TUTTOLOGIA.

Sossio
nella foto Sossio all’età di quell’età

Perchè io chiaramente mi intendo di tutto e dunque anche di niente e più in particolare amo parlare del NULLA,che racchiude tutte quelle problematiche che nella vita sono le più importanti tra quelle meno importanti.E’ proprio intorno alle cose più importanti tra quelle meno importanti che baserò i miei scritti.